MONOGRAFIE

a cura di Benedetta Spagnuolo

CATALOGO - ENRICO PORRO

a cura di Benedetta Spagnuolo

Enrico Porro è un artista autodidatta che nasce ad Alba (CN) nel 1985.

Da sempre attratto dall’arte, inizia ad esplorare questo mondo in maniera più concreta nel 2011 quando espone i suoi primi lavori al pubblico.

Privilegia  il figurativo ed in particolar modo è attratto dall’universo femminile, che appare a lui sempre più affascinante e stimolante per la sua ricerca artistica.

Predilige la tecnica mista e spesso usa materiali consistenti, nonostante questo le sue linee appaiono sulla tela sempre accurate e spigolose, mantenendo così in evidenza le figure disegnate; queste ultime sono spesso ritratti femminili “sintetici” e stagliati su fondi monocromi.

L’artista sceglie le pose dei ritratti in modo molto istintivo, dove non esiste provocazione e volgarità, ma solamente la ricerca di un attimo o una sensazione da immortalare sulla tela; spesso esplora i dettagli del corpo, questo per evidenziarne le sue peculiarità.

La scelta dei soggetti si contrasta con quella della tecnica, dove l’eleganza dei corpi si oppone a materiali densi come l’acrilico, la malta al quarzo e la fusaggine.

Costante in tutti i suoi lavori è lo stile del “Damascato”, una scelta che lo porta ogni giorno a volersi avvicinare all’eleganza di epoche passate; per comprenderne il motivo della sua preferenza dobbiamo innanzi tutto capirne da dove deriva questo stile. [...]

Nelle  opere di Enrico si evince un’ intima e costante ricerca tra passato e presente, tra memoria e futuro, dove corpi rannicchiati e sensibili raccontano le sfaccettature della vita, un’esistenza che appare turbata ma anche piena di aspettative.

-Benedetta Spagnuolo-

Copertina Catalogo Enrico Porro
Issuu.png

issuu.com

CATALOGO - ALBERTO BESSON

a cura di Benedetta Spagnuolo

Alberto Besson nasce a Crema dove tuttora risiede. 

Significativi riconoscimenti al Castello Sforzesco di Milano ed alla società Belle Arti di Torino lo incoraggiano a continuare il proprio discorso artistico iniziato nel 1965. 

Gli anni '70 sono di grande fervore creativo, favorito dalla frequentazione degli ambienti artistici milanesi, parallelamente agli studi universitari. Tre le personali nel capoluogo lombardo in breve tempo e prime realizzazioni serigrafiche su lastre di alluminio e nuovi materiali plastici. 

Dopo un periodo di esperienze diversificate si laurea in giurisprudenza alla Statale di Milano e superato un concorso pubblico, ottiene un impiego statale. 

Al suo attivo una quarantina di illustrazioni su volumi di racconti e poesie pubblicati da varie case editrici e oltre quattrocento le presenze dal 1970 in Gallerie d'Arte, Fondazioni e Musei in Italia e all'estero.

Copertina Catalogo Alberto Besson
Issuu.png

issuu.com

CATALOGO - EMANUELE NICOLOSI / DIGITAL ART

a cura di Benedetta Spagnuolo

 

Emanuele Nicolosi nasce ad Alessio (SV) nel 1991. Attualmente vive e lavora a Moglio. Diplomato al liceo classico di Albenga, frequenta il triennio alla “Scuola Internazione di Comics” a Brescia studiando arti figurative, digitale e animazione 2D; qui Emanuele approda al suo principale interesse: la “Digital Art”, questa nuova tecnica fonde la pittura con le nuove tecnologie digitali; strumenti come tavoletta grafica e software come “Photoshop CS5” o “Flash CS5” permettono così all’artista di spaziare artisticamente nella sua totale creatività.

Proiettato totalmente nell’ animazione 2D e nell’ illustrazione, mette insieme sogni e storie immaginarie, racconta attraverso la propria visione, e spesso con personaggi mitologici, vicende mai raccontate e soprattutto mai vissute.

Tra il 2013 e il 2015 partecipa a collettive d’arte digitale ad Alassio e in provincia di Savona,

mentre nel 2016 partecipa ad Arte Genova con l’organizzazione "Artisti Italiani-arti visive e promozione".

Copertina Catalogo Emanuele Nicolosi.jpg
Issuu.png

issuu.com

CATALOGO - RUDI MARCUZZI / MOSAICO E PITTURA

a cura di Benedetta Spagnuolo

 

La Mosaici Marcuzzi di Marcuzzi Rudi  da due generazioni si dedica con passione e competenza all’attività artistica: musiva, pavimentale e pittorica.

Nato nel 14/10/1967 a San Daniele del Friuli dopo la scuola dell’obbligo si iscrive e frequenta la scuola di Mosaico di Spilimbergo , nel 1986 consegue la qualifica di Mosaicista, nello stesso anno partecipa alla realizzazione di una Moschea.

Nel 1987 dopo il servizio militare si reca a Milano dove perfeziona la tecnica sia musiva che pittorica presso due ditte  specializzate nel settore, segue il corso di anatomia all’ Accademia di belle Arti di Milano e frequenta lo studio d’ Arte della Pittrice Elena Mazzari.

Nel 1991 avvia il proprio laboratorio con sede a Ragogna (UD) ed inizia il percorso artistico collaborando con diverse ditte sia Italiane che estere, nonché con la soprintendenza ai beni culturali, la Scuola di Mosaico di Spilimbergo, con diversi pittori, chiese, cimiteri, comuni, regioni, privati, esponendo le proprie opere sia in Italia che all’ estero.

Copertina Rudi Marcuzzi - definitiva web
Issuu.png

issuu.com

CATALOGO - ALESSANDRO VICENTINI 

a cura di Benedetta Spagnuolo

 

Alessandro Vicentini nasce a Mantova nel 1972. Nel 2000 inizia a lavorare come restauratore e proprio in quegli anni si appassiona a quello che sarà in futuro il suo mestiere: la Scultura.

Nel 2003 lavora con lo scultore Andrea Iori dove conferma la sua passione e apprende nello specifico la plasticità della creta. Il suo percorso però rimane comunque da autodidatta, dove la sua ricerca è, non solo nella plasticità dei modelli classici, ma soprattutto nella sperimentazione di vari materiali, dalla creta al legno; nel 2013 e nel 2014 segue infatti un corso di Scultura su marmo.

Il suo percorso è prettamente “classico”, l’artista si limita allo studio della scultura antica per poter far emergere attraverso le pose plastiche del corpo i suoi pensieri più intimi.

Alessandro ricerca il suo equilibrio personale attraverso la materia e le forme di corpi talvolta asimmetrici, rimanendo sempre fedele ad un’ arte che rimarrà sempre viva anche nella contemporaneità.

Copertina Alessandro Vicentini Definitiv
Issuu.png

issuu.com

CATALOGO - ANNA KAPPLER

a cura di Benedetta Spagnuolo

 

Anna Kappler è un’artista autodidatta che vive e lavora a Nettuno, in provincia di Roma. Biologa, con la passione per l’arte, ha da sempre avuto una predisposizione per il mondo artistico dalla più tenera età, ma solo negli ultimi anni è riuscita ad applicarsi totalmente alla pittura, miscelando nel suo percorso il suo sapere e la sua visione personale e fantastica del mondo.
Appassionata alla lettura e alla musica, l’artista ama immergersi nella natura, un luogo dove poter esternare la sua più totale considerazione del mondo e poter espandere il proprio “io” in maniera libera.

Negli anni sperimenta diverse tecniche passando dall’acquerello al pastello, dall’olio all’acrilico, molto spesso ne ricava anche tecniche miste che rispecchiano esattamente la sua personalità eclettica e decisa.

Il tratto della sua pittura appare cangiante e tutt’al più soffice; passa dal tratto velato, quasi acquerellato, al tratto corposo e definito. I colori che utilizza appaiono delicati nella loro totalità e riescono a far immergere l’osservatore in uno stato di benessere interiore, dato soprattutto dal profondo spazio circoscritto della natura. [...]

L’arte di Anna Kappler, comprende e poi sospende il tempo nello stesso istante in cui esso è riconoscibile, conosce e cancella infinite identità nello stesso tempo in cui si identifica un sentimento viscerale.

L’artista si alterna tra dinamici sentimenti e altalenanti mutamenti.

-Benedetta Spagnuolo-

Copertina Anna Kappler definitiva web.jp
Issuu.png

issuu.com

CATALOGO - BENEDETTA SPAGNUOLO ARTIST

a cura di Benedetta Spagnuolo

Benedetta Spagnuolo nasce a Catania il 28 aprile 1983 da madre sicula e padre pugliese, ha iniziato a studiare arte dall’età di 14 anni, conseguendo, nel 2002, il diploma all’Istituto d’arte in catalogazione e rilievo dei Beni Culturali e Ambientali. Nel marzo 2008, consegue, con il massimo dei voti, la laurea in scultura all’Accademia di Belle Arti di Catania.

Durante il suo percorso di vita, unisce elementi come la scultura, il teatro, la danza e la fotografia, ed è proprio quest’ultima che rappresenta per lei la base per un innovativo ed eclettico percorso artistico, che racchiude in sé molte sfaccettature; da qui che inizia a lavorare come artista a tempo pieno.

Per lei la fotografia rappresenta "il parallelismo costante di tutti gli opposti", dove la concettualità si trasforma in materia attraverso l'obiettivo fotografico. L’artista, lavorando quasi sempre attraverso autoscatti, diviene attrice e performer su set ben costruiti e ricercati; appare, dinanzi agli occhi dell’osservatore, ironica, sensuale o malinconica.

Soggette allo sguardo dell’osservatore, sono spesso anche le sue bambole di porcellana che vengono truccate, plasmate e messe in posa come fossero attrici dai mille volti.

Tra le pubblicazioni più importanti del suo lavoro artistico, troviamo quella inserita nel volume di Giorgio Bonomi: “Il corpo Solitario II”; uno dei suoi ultimi progetti “I cook (for) you” del  2014, è presente nella collezione permanente presso l'Archivio Italiano dell'autoritratto (Musinf).

Dal 2009 si avvicina al mondo curatoriale ed inizia così a scrivere i suoi primi pezzi critici e si dedica a tempo pieno all’organizzazione di eventi; fonda successivamente anche “Artisti Italiani - arti visive e promozione”, associazione che opera su tutto il territorio nazionale e si occupa di tutti gli aspetti promozionali dell’arte contemporanea.

Tra i testi più incisivi, scritti finora, troviamo “L’Androgino come icona dal ‘900 ad oggi - Tra mito, spettacolo e fotografia”, tema sviluppato già nel 2007 e ripreso successivamente in una riedizione nel 2014; mentre tra le collaborazioni più di spicco citiamo quella con Celeste Prize 2017.

Attualmente lavora come critico e curatore artistico ed è contributor presso la rivista “Juliet Art Magazine”.

Copertina Catalogo - Benedetta Spagnuolo
Issuu.png

issuu.com